Giunto cardanico

I giunti di trasmissione sono organi necessari a collegare gli alberi delle macchine secondo diverse modalità, comprese quelle che prevedono piccole oscillazioni o disassamenti degli alberi stessi.

giunto cardanico

Il collegamento stabilito dai giunti può essere considerato quasi perfettamente rigido (in questo caso i giunti si dicono rigidi o fissi), oppure può consentire spostamenti assiali od angolari di una certa entità (in tal caso, invece, i giunti si dicono semi-elastici, elastici e mobili). Il giunto cardanico a crociera singolo rientra nei giunti mobili e non risulta essere omocinetico; in realtà, mediante alcuni accorgimenti e mediante l’uso di un doppio giunto cardanico, si può realizzare un collegamento omocinetico.

schema giunto cardanico

Il dispositivo è composto dai due alberi, un movente e un cedente, alle cui estremità sono applicate delle forcelle, e da una crociera che si interpone fra gli stessi tramite due cerniere aventi assi ortogonali e concorrenti nel punto di incidenza tra gli assi degli alberi medesimi.

cad giunto cardanico

Possibili applicazioni le troviamo nel campo agricolo e navali, come in quello motociclistico, nell'ambito dei beni strumentali e nel settore automotive. All'interno della relazione è presente una  simulazione del comportamento del giunto cardanico a crociera. E' stato dapprima realizzato un modello tridimensionale mediante il software Solidworks e poi sono state eseguite delle simulazioni cinematiche col software CosmosMotion.

giunto cardanico

Qui per vedere la relazione completa del progetto.

Valerio Rossi

Valerio RossiSono Valerio Rossi e sono l'Amministratore di MeccanicaWeb.it

Sono laureato triennale con voto 110 e lode in ingegneria meccanica presso l'Università di Roma Tor Vergata e sono attualmente studente in ingegneria meccanica magistrale. La mia tesi di laurea triennale è visibile su MeccanicaWeb.it Monitoraggio del comfort vibrazionale secondo la ISO 2631: progetto e realizzazione di un dispositivo low cost con impostazione e validazione di un modello predittivo.

Copyright © 2009 MeccanicaWeb.it
Powered by Joomla! 2.5